Sonia Alfano Full Banner valeriabonanno | Il Cannocchiale blog
.
Annunci online

Anno Zero, fuori Vauro.
post pubblicato in diario, il 16 aprile 2009


Con questa nota la Rai ha disposto la sospensione di Vauro Senesi dal video:

"Il Direttore Generale, Mauro Masi, con tutte le strutture aziendali competenti ha esaminato alla luce delle normative di legge vigenti e i regolamenti aziendali la puntata di giovedì scorso di “Anno Zero”.

Fatte salve le valutazioni di competenza del CdA, il Direttore Generale ha inviato a Michele Santoro e ai direttori del Tg3, Antonio Di Bella e di Rai 2, Antonio Marano, una lettera sulla necessità che sin dalla prossima puntata siano attivati i necessari e doverosi riequilibri informativi specificatamente in ordine ai  servizi  andati in onda dall’Abruzzo. Non sono stati invece ravvisati sostanziali elementi di squilibrio nel dibattito svolto in studio nel corso della trasmissione.

Sempre in relazione alla puntata di giovedì scorso è stata invece valutata gravemente lesiva dei sentimenti di pietà dei defunti e in contrasto con i doveri e la missione del servizio pubblico la vignetta di Vauro Senesi  “Aumento delle cubature. Dei cimiteri”.

Il Direttore Generale ha quindi comunicato ai direttori Antonio Di Bella e Antonio Marano e allo stesso Senesi che la Rai in via cautelativa e da subito non intende avvalersi delle prestazioni dello stesso  Vauro Senesi."

Per questo, invece, nessuna indignazione?


TG1


Incarico Sonia Alfano di commentare per me, dato che la pensiamo esattamente allo stesso modo:

"La sospensione del vignettista Vauro è la conferma che il nostro Paese è ormai sotto regime e, come avviene in tutti gli stati autoritari, la satira politica, l'espressione più elegante ed elevata della libertà in vigore negli stati democratici, non ha più spazio nei nostri mezzi di informazione". E' stato questo il duro commento di Sonia Alfano, candidata indipendente alle elezioni europee nelle liste di Italia dei Valori, dopo la notizia della sospensione decisa dai vertici RAI nei confronti del vignettista Vauro. "Negli stati veramente democratici - ha aggiunto Sonia Alfano - nessun governante o consiglio di amministrazione potrebbe permettersi di mostrare insofferenza verso la satira nè tantomeno sospendere un vignettista che ha svolto il proprio mestiere con la sana irriverenza che gli è propria, pena la cacciata da qualsiasi aula rappresentativa della democrazia. In Italia invece - commenta ancora Sonia Alfano - si tenta di cancellare qualsiasi voce di dissenso e di satira e tutto ciò accade davanti agli occhi indifferenti delle cariche istituzionali che dovrebbero tutelare l'ordine democratico della nazione e del maggior partito di opposizione, il PD. "La dichiarazione di Franceschini infatti più che una difesa della satira pare essere la pavida lamentela di un commentatore di passaggio poco allarmato dalla manifestazione di forza che il regime ha oggi dato. A Vauro, cosi come a tutti coloro che praticano il diritto di satira, ed alla redazione tutta di Annozero, non voglio esprimere solo la mia solidarietà ma voglio promettere il mio impegno concreto per portare all'attenzione dell' Europa lo stato disastroso in cui versa la nostra Nazione e per provare a ridare alla satira ed al giornalismo d'inchiesta, che da anni subiscono gli attacchi e le censure del potere, lo spazio e l'assoluta libertà che meritano".

Sfoglia marzo        giugno
il mio profilo
calendario
rubriche
tag cloud
links
cerca